Corso di tedesco per…ignoranti

Standard

Eccomi di nuovo qui. In questa settimana non ho scritto tanto per due motivi: il primo è la connessione che fa un pò schifo qui al residence; il secondo, ma non ultimo, è che….non avevo molto da raccontarvi. Diciamo che se non mi trasferisco e inizio qualcosa di nuovo non so cosa raccontarvi. Le giornate sono tutte uguali ormai.
Qualche giorno fa è arrivata la ragazza di un altro collega di Tom e cosi siamo uscite un pò insieme (cioè mezza mattinata….il paese è quello che è, ricordate?) e da ieri mattina abbiamo iniziato a studiare un pò di tedesco. Lei parte avvantaggiata perchè in Italia aveva iniziato a studiarlo, quindi qualche parola e qualche frase già riesce a dirle.

Intanto, in settimana, mi sono iscritta ad un corso base di tedesco alla VHS (Volkshochschulen) che sarebbe una “scuola per educazione degli adulti” (stando alla traduzione di google…).
Non è quello che volevo fare io, cioè quello finanziato in parte dalla stato (poi vi spiego tutta la procedura per questo corso..), ma mi sono detta: “Da qualche parte devo pur cominciare…”. Ho trovato un sito utilissimo che mi spiega tutte le regole della grammatica tedesca e ho iniziato a studiare per conto mio.

E cosi, ieri sera, ho iniziato il corso di tedesco per ignoranti…mmm, scusate….per principianti.
Entro e ci sono una decina di persone. Mi siedo, arrivano altri 4 ragazzi e iniziamo.

ODDIO….CHE COSA STA’ DICENDO?
Il docente inizia tranquillamente a parlare in tedesco e vedo anche qualcuno che fa di si con la testa.
Come mi sento ignorante….
Comunque, arriviamo al momento in cui devi dire come ti chiami. Quasi tutti dicono anche da dove vengono (ci sono due australiani, una cinese, una etiope, un’altra italiana, una filippina, un’indiano, una greca, poi ucraini, polacchi e rumeni), poi arriva il mio turno e: “Ich heisse Cristina. And…Keine Deutsche..” Risatina per come l’ho detta….Poi il docente mi dice, in italiano, di non preoccuparmi. Ok.
La lezione era sulle presentazioni: chi sono (Ich heisse Cristina), da dove vengo (Ich komme aus Italien), l’ora (..mmmm..), saluti (guten tag, morgen, hallo, ecc.). Non è stata cosi brutta come credevo.
Dalla prossima settimana, però, il docente (Wilfred detto Willy) ci ha diviso in due classi (ha detto che siamo troppi) e io andrò con la cinese, l’indiano, l’italiana, la greca e poi non ricordo….
Speriamo di fare amicizia con tutti (cosi magari perfeziono il mio inglese…).

Vi aspetto alla prossima lezione…
Auf Wiedersehen

Annunci

»

  1. Hallo Frau Cristina, so dass Sie bald Deutsch lernen, so schnell wie intakt (es ist nicht so schwer);
    e poi ti sentirai meno spaesata.
    mamma ha una sua e-mail ma quando scrive é troppo forte: con un dito solo, senza occhiali, e a due millimetri di distanza dalla tastiera; ogni messaggio di dieci parole credo impieghi oltre un ora.
    forzaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa Cri, un bacio
    papi

    • Bwahahahahahahahahahahahaha stò morendo….già vedo mamma che scrive….forza mamma…cià può fà….

      Papi, che cxxxo hai scritto? ho dovuto usare google translate per capirci qualcosa (la cui traduzione è stata:
      “Ciao Cristina, così presto imparare il tedesco veloce come intatto (non è così difficile)).

      Comunque sono partita sapendo di non capirci niente per qualche mese. Spero di riuscire ad imparare qualcosa per natale…
      Bacionissimi papi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...