Archivio mensile:dicembre 2011

Ci siamo quasi

Standard

Siamo quasi pronti. Devo finire di preparare la valigia e il beaty-case ma il resto è pronto.
Beh…quasi.
I regali li ho preparati, ho svuotato la dispensa, ho preparato anche qualcosa da mangiare per domani…penso di aver fatto tutto.
Domani sera saremo di nuovo in Italia ed io non vedo l’ora di abbracciare i miei nipotini, passare le feste in famiglia e rivedere tutti gli amici.
La vigilia saremo a casa mia, con l’immancabile cena a base di pesce, mentre a natale andiamo da Tom con mia suocera che cucinerà di tutto e di più.
Il resto dei giorni mangeremo separati: io con i miei e lui con i suoi. Il pomeriggio e la sera, invece, ci vedremo con gli amici e gli racconteremo da vicino tutte le nostre avventure in terra crucca.

E voi come trascorrerete le feste? Con chi mangerete? E sopratutto…cosa mangerete?

Annunci

And the winner is….

Standard

Non mi aspettavo tutto quest’entusiasmo per il nostro primo contest. Invece siamo arrivati a contare più di 200 partecipanti.

Ma ciancio alle bande…the winner is….

Claudia!

prattico@inwind.it

Allego la classifica dei primi dieci. L’estrazione è stata effettuata con random.org.

Complimenti Claudia!  Hai vinto

– una confezione di ottimi, squisiti Spekulatius,

– una confezione da dieci bustine di Glühwine

– due croccanti alle arachidi di Mr. Tom.

 Contattami appena puoi per la spedizione.

Colgo l’occasione per ringraziarvi tutti della calorosa partecipazione.

Aggiornamento: vi ricordo che il vincitore è UNO SOLO ed è quello cerchiato in rosso con la mail che ho postato sopra.

Il numero che vedete vicino al nome è di una lista che ho creato io con le mail dei partecipanti che, per motivi di privacy, non posso pubblicare.

Spero di essere stata più chiara cosi. Vi ho pubblicato la foto con i primi dieci per farvi vedere che ho fatto un’estrazione con 219 nomi ma il vincitore è UNO SOLO!

Alice in Cruccoland – Parte seconda

Standard

Vi ho lasciato con il fiato sospeso, vero?

Rieccoci di nuovo qui.  Dov’eravamo rimasti…ah si, al leggendario pacco di Alice.

Quindi…bla bla bla….bla bla bla…

Passano i giorni…
Inizio seriamente a pensare che Alice in realtà non esiste. E’ solo il frutto della mia immaginazione.

Dopo un altro giorno di vana attesa…
Stavolta Tom è veramente impermalito come un babyrussa idrofobo. Sembra la Regina di cuori e urla “Tagliaaaatele la testa!”. Ritorniamo dallo stregatto e ci dirigiamo con passo felpato e guardingo verso il nostro nemico.
“Senti…! Se ci credi burattini dovresti pagare per vederci! E se ci credi persone viventi dovresti salutarci! E comunque il pacco non è arrivato.  Ma chi lo deve portare?”

Lo stregatto prende il telefono e chiama la sua amichetta Alice.  Ancora una volta riesco a capire quello che dice, grazie al mio fiuto bionico.
“Alice, sono sempre io, lo stregatto. Qui ci sono ancora Pinco Panco e Panco Pinco. Ma il corriere sa quale strada prendere? Se io cercassi l’ingresso di un castello lo chiederei al Cappellaio Matto! Facciamo cosi: ora ti mando il bianconiglio. Tu di al corriere di seguirlo e non ti preoccupare.”
Si gira verso di noi e ci dice di aspettare il bianconiglio.
Siamo ormai al 1 dicembre…
Diciamo che le speranze di vedere arrivare il pacco ormai sono come sperare che il bianconiglio sia il nostro vicino di casa.
Decido di dare un’altra occhiata al sito di Alice per vedere se ci sono novità. Siccome avevo già provato ad inviare una mail ma non ero mai riuscita a trovare il modulo, mi metto a esplorare il sito. Non so come sia successo…ma ad un certo punto mi vedo davanti la schermata che ho cercato a lungo…il famigerato modulo!
La prima cosa che faccio è di mettere la pagina tra i preferiti. Subito dopo chiamo Tom e iniziamo a scrivere una bella lettera di protesta.
Alice carissima….
sto aspettando da 3 settimane un pacco. E’ mai possibile che il corriere non riesce a trovare il mio castello? Neanche con l’aiuto di quel coniglio di merda? E voi ancora non avete cambiato corriere?
Ora precisiamo che io non ti ho chiesto niente  e quindi non so che cosa mi vuoi mandare, forse una scatola di fagioli magici? Ma ti sembra che devo aspettare tutto questo tempo?
Il giorno dopo.
Tom mi chiama e mi dice che è arrivata la risposta di Alice. Dice che è piuttosto curioso che il leggendario corriere non trova il castello. Ci chiede di inviarle ancora l’indirizzo.
Ok. Adesso le rispondo:
“Alice,
adesso basta! E arrivato il momento della verità. Appropinquati.
Ora te lo ripeto per l’ultima volta il mio indirizzo. Segnatelo bene mi raccomando….e non perderlo!
Tom
via del castello incantato n° siamosolonoi
Mi raccomando, manda ‘sto pacco in fretta che tra un pò  devo tornare in Italia per le feste.”
Dopo…bah…chi li conta più i giorni….
“Adesso basta! Andiamo dallo stregatto e gli diciamo che Alice è una pocodibuono” dico io.
Cosi andiamo per l’ennesima volta nel negozio delle meraviglie.
Quando lo stregatto ci vede, viene con passo sicuro verso di noi.
“Senti stregatto dei miei stivali…mò bast! Dimmi dove posso trovare Alice, che andiamo a prenderci il pacco!”
Lui chiama Alice e ad un certo punto ci chiede se l’ingresso del castello è a nord o a ovest.
Allora il corriere ha visto casa nostra…
Comunque…l’ingresso principale è quello ad ovest.
Quando finisce di parlare con Alice, ci dice che verranno finalmente a consegnarci il pacco il giorno dopo e che alice ci farà uno sconto.
Uao…
Ritorniamo a casa pensando che forse ci ha presi di nuovo per il cu… fondelli!
Il 7 dicembre, mi trovavo in casa da sola.
“Albeggia….ed il solleon…”
D’improvviso….Dlin, dlon….
“Uh, poffare poffarissimo! Chi sarà mai?”
Vado ad aprire la porta e….
IL BIANCONIGLIO IN PERSONA MI CONSEGNA UN PACCO URLANDO:
“Marianna! Mariannissima! È tardi! È tardi! È tardi!”
…e scappa via saltellando.
Finalmente siamo on-line!

 

p.s. ecco la foto del mitico stregatto, appollaiato sul suo trespolo mentre ringrazia Alice da parte nostra!

 

Alice in Cruccoland

Standard

Il 12 ottobre era una giornata qualsiasi.
E’ iniziata come al solito con la sveglia alle 6:30. Mi sono alzata, ho fatto il thè, ho svegliato Tom, mi sono incazzata perchè non si alza mai quando lo chiamo e mi fa svegliare un’ora prima, ci siamo lavati, vestiti e l’ho accompagnato al lavoro.
La nostra giornata ha seguito il suo corso fino a quando….
Decidiamo di andare da Mediamarkt per vedere se c’è qualche offerta per internet…e ci imbattiamo nella promozione di Alice.

E qui ha inizio la nostra avventura.

Al bancone delle informazioni su Alice, troviamo lo stregatto. Ci mostra il volantino e ci dice che ci vogliono al massimo 15 giorni per l’attivazione.
Io gli chiedo se deve venire il tecnico a casa e lui mi dice di no.
Chiediamo anche la promozione per parlare con l’Italia, firmiamo il contratto e via.
Decidiamo di andare a comprare un telefono in attesa che ci attivino la linea. Ne compriamo uno molto casual e torniamo a casa.

Passano i giorni….
Mi arriva una lettera di Alice a casa con i dati per l’attivazione, le parole magiche e il numero di telefono. “Dai , proviamo a chiamare qualcuno” mi dice Tom. Alziamo la cornetta e…la linea c’è! “Che bello!” pensiamo. “Questi tedeschi sono troppo avanti!”. Mai pensiero fu più errato…

Due giorni dopo…
Mi arriva un’altra lettera di Alice che mi fa notare di non aver trovato nessuno a casa quando è venuto il corriere. E neanche quando è venuto il tecnico. Corriere? Che corriere? Tecnico? Quale tecnico? E a fare cosa?
Comunque è strano. In genere sono qui a casa a cazzeg….a rigirarmi i pollic…. a studiare!
Mi chiedono di chiamarli (a pagamento!) o di mandare un fax (molto meglio!).
Ok. Facciamo ‘sto fax.

Ciao Alice,
sono Tom con il numero cliente “iosonotizio”.
Volevo dirti che potete venire tutti i giorni a tutte le ore perchè tanto in casa c’è una persona che non ha un cazzo da fare e sta aspettando proprio voi.
Fai una cosa…mandami un messaggio al numero di telefono “numerolungodicellularetedescodiCristina” per farmi sapere quando vieni e vivremo tutti felici e contenti.

Ti volevo anche dire che io non capisco un cippa di tedesco quindi, siccome sono il cliente e pago, cerca di parlare inglese e avvisa tutti.

Statti bene
Tom

Faccio il fax.
Ok. Ora devo solo aspettare che mi fissano l’appuntamento.

Passano altri due giorni…
“Da-da-umpà….da-da-umpà….toh guarda! Un’altra lettera di Alice. Cosa vorrà mai?
Blablabla…das paket….blablabla…techniker…blablabla…
COME? Siccome il tecnico è venuto per ben due volte e non ha trovato l’ingresso del nostro castello, mi danno un ultimatum. ”

O spostate l’ingresso del castello in un posto più visibile dove Colui che tutto fa riesce a vedervi, oppure Alice non vi farà entrare nel mondo delle meraviglie.

“Ora mi sentono!”

Ciao Alice, 

senti ma che intenzioni hai? A che gioco vuoi giocare?
Io sono a casa! Facciamo cosi ti dico io quando venire, tu mi dai una conferma via sms e siamo tutti contenti.
Allora…fai cosi…vieni venerdi mattina dalle 8:30 alle 12:00.
Ti ho dato un bel lasso di tempo per venire, ok?

Fatti sentire
Tom

“…e facciamo quest’altro fax!”

Quattro giorni dopo…

Niente! Non mi hanno proprio pensato…
“Ok, basta!” dice Tom, dall’alto della sua saggezza “adesso andiamo dallo stregatto e gli chiediamo di fare qualcosa!”
Arrivati da Mediamarkt, adocchiamo lo stregatto, che è sempre appollaiato sul suo bancone, ci dirigiamo da lui e con tono fermo ma deciso, gli diciamo :

“Se io avessi un mondo come piace a me, là tutto sarebbe assurdo: niente sarebbe com’è, perché tutto sarebbe come non è, e viceversa! Ciò che è, non sarebbe e ciò che non è, sarebbe! E comunque ancora non è venuto nessuno!”
Lui subito chiama Alice e gli espone i fatti. Quando ha finito di parlare con il nemico ci rassicura dicendoci che il tecnico sarebbe venuto dopo qualche giorno.
Usciamo dal negozio trotterellando.

Dopo qualche giorno…
Sono le ore 9:30 in casa Cihaipensatobene quando suona il campanello.
E’ LUI (o lei…non ho capito se era maschio o femmina…), il leprotto bisestile! Finalmente…
“Ciao, sono Colui….
Colui che tutto fa e tutto risolve…
Colui in grado di darti le chiavi dell’immenso umano sapere….
Colui in grado di dare la parola a chi parola non ha…
Colui che è in grado di aprirti la mente, ma solo per indicarti la soglia. Poi fai il cazzo che ti pare…
Insomma….dov’è il box?”.
Box? Che box?
Rivoltiamo il castello incantato come un calzino…il leprotto “alla ricerca del box perduto”, io giravo come un ebete alla ricerca di qualcosa di magico…
Poi si arrende e mi avvisa che ha bisogno della sua borsa (allora sei donna?? beccata!), la va a prendere e torna con una valigetta degli attrezzi (e ritorna ad essere un essere asessuato) e mi dice che il palazzo di fianco ha il mio stesso numero civico. Mi chiede di aspettare mentre va a vedere se è li il famoso box.
Torna dopo 10 minuti e mi dice che l’ha trovato, tocca la presa e poi mi dice “Et voilà…rient le va plus…il dado è tratto…è uscito il 12…sono le ore che devi aspettare per l’attivazione”.
Pouff!!
E si dissolve nell’aire…
Aspettiamo…
Dopo circa 18 ore alzo la cornetta e……..MUTO! Vabbè…staranno attivando.

Due giorni dopo…
Il telefono è ancora muto. Ok, decidiamo di andare a parlare di nuovo con lo stregatto.
” Senti stregatto dei miei stivali…che vogliamo fare? Il telefono è muto. Vediamo di risolverla da uomini. Scegli l’arma…telefono, fax o letterina di babbo natale?”
“Ok. Telefono!”
Mentre è li che parla con Alice io, grazie al mio fiuto da segugio, riesco a capire quello che sta dicendo.
“Senti Alice, qua ci sono di nuovo Pinco Panco e Panco Pinco che si stanno incarognendo. Che dici? Ce li togliamo dai maroni?…Si, lo so…questi non capiscono niente di quello che diciamo…siii…parlano uno schifo d’inglese e una lingua sconosciuta che, secondo me, non si capiscono neanche tra di loro…Aspetta! Ora li prendo un pò per i fondelli…”
Poi ci guarda e dice: “Ma….è arrivato lo scrigno dei desideri?”
“Eeehhh?!?…Non abbiamo ricevuto niente.”
“Si si…ci sono cascati. Senti Alice mandagli ‘sto pacco e facciamola finita.”
Quando ha finito di parlare ci dice che tra qualche giorno ci arriverà a casa…un pacco!
Ok….aspettiamo ‘sto pacco.

Fine prima parte….

Ricette e mercatini

Standard

In questi giorni stiamo provando varie schifezze mangerecce.
Tra i blog che seguo c’è quello di Donna con fuso che, di tanto in tanto, pubblica qualche ricetta davvero invitante.
Cosi l’altra sera io e Tom ci siamo organizzati e abbiamo fatto questa:

Salt Caramel Hot Chocolate

per il caramello:

2 cucchiai di burro salato
1 cucchiaino di sale
5 cucchiai di zucchero di canna (io ho usato quello grezzo)
4 cucchiai di panna (io ho usato quella spray)

per la cioccolata

2 cucchiai di cacao amaro
1 cucchiaio di zucchero (io ho usato sempre quello di canna grezzo)
1 cucchiaio di amido di mais
1 tazza di latte intero
panna da montare per guarnire

Cominciare preparando il caramello: in un pentolino antiaderente mettere solo lo zucchero a sciogliere a fiamma alta. Quando è sciolto abbassare la fiamma e aggiungere il sale e il burro, prestando attenzione a non scottarsi con gli eventuali schizzi. Mescolare con una spatola in silicone o con un cucchiaio di legno, quando il burro è completamente incorporato, aggiungere la panna a piccoli dosi e lasciar cuocere a fuoco moderato per circa 5 minuti.
Togliere dal fuoco e lasciar addensare in un barattolo di vetro.

Passare alla preparazione della cioccolata. Mettere tutti gli ingredienti in polvere in un pentolino, accendere il fornello a temperatura moderata e sbattendo con una frusta, aggiungere il latte a poco a poco. Portare ad ebollizione sempre mescolando e lasciar cuocere per circa due minuti.

Quando la cioccolata è pronta versare in una tazza e aggiungere un cucchiaino (o un cucchiaio dipende dalla golosità) di caramello. decorare con la panna montata, con qualche altra goccia di caramello e qualche granello di sale.

Ragazzi…è una cosa STRAORDINARIA!!!!
Provatela e non ve ne pentirete…

.

Stasera, invece, abbiamo voluto provare a fare i famosi Germknödel.
Ho spulciato un pò in rete alla ricerca della ricetta e ne ho trovate diverse.
Devo dire che il risultato ci ha un pò delusi. Dobbiamo migliorare la cottura. Appena saranno perfetti vi posto la ricetta e le foto.

.

Ieri siamo andati al mercatino di Norimberga, a detta di tutti il più bello della Germania.
Mah…a me è parso lo stesso di quello di Augsburg. Alla fine ci sono sempre un casino di stand con cose da mangiare e altri con presepi e decorazioni per l’albero fatte di legno o vetro.

Mi sono dovuta sacrificare di nuovo e assaggiare questo:

guardate come mi sacrifico…

il menù

Cos’è? Praticamente è un chicchirichi gigante, nel mio caso ripieno di panna al gusto latte macchiato.

Ora vi lascio alle immagini del mercatino.

Cristina tra le palle

Piaciuto?

Idee regalo originali e divertenti per un simpatico natale all’insegna dell’allegria e del divertimento

Standard

E’ tempo di regali!
A me piace navigare in internet alla ricerca di idee originali. Che poi siano per me o per amici poco importa.
Come queste simpatiche tazze che ho trovato su e-bay

Non sapendo a chi regalarle, ho deciso di comprarle per me!

Eccovi alcune idee davvero fantasiose per i vostri doni natalizi

1. Vi ripropongo il bellissimo cacca-golf di cui vi avevo parlato qui

E questa è la novità del momento…il cacca-basket.

Il pacchetto contiene:

che dovrete posizionare cosi

2. Natale è tempo di noci e nocciole e quale regalo migliore se non un utilissimo schiaccianoci come questo?

La signora Margaret Thatcher sentitamente ringrazia.

3. Per gli amanti delle erbe aromatiche sempre fresche, vi consiglio questi speciali vasi

Come il terriccio non cada a terra resta un mistero.

4. Avete amici o parenti appassionati di barbecue ma non hanno molto spazio sul balcone? Ecco l’idea giusta: il Bruce barbecue

Perchè l’abbiano chiamato Bruce resta per me un mistero.

5. Vi serve un’idea regalo per un adolescente? Vi accontento subito.

Comodissimi lacci con luce led incorporata. Un’idea brillante direi….

6. Stanchi della solita e triste cornice per le vostre foto? Ho quello che fa per voi

la cornice stile fumetto.

7. Eccovi degli stampi molto originali:

– i coni gelato

per sorprendere i vostri bimbi.

– lo stadio

per mariti tifosi.

– il treno

per chi ama viaggiare.

– la chiesa

per religiosi doc.

8. E dulcis in fundo il mio articolo preferito…

i Kamasutra-stamp!

Tutti questi deliziosi oggetti sono in vendita qui.
Se volete altre idee spulciate pure tra la mia wishlist.

E voi avete già deciso cosa regalare?