Permesso…

Standard

Ho scoperto da poco che quando vieni a vivere in Germania hai bisogno del “permesso di soggiorno”.
Ebbene si cari lettori! Magari non lo chiamano cosi ma è quello che ti chiedono.

Cominciamo dall’inizio…

Un giorno andai all’ufficio stranieri con G. per chiedere informazioni circa il corso di integrazione ma la dipendente parlava solo tedesco (strano….) cosi io e G. chiedemmo aiuto a U., una ragazza tedesca che parla correttamente l’italiano. Lei venne con noi e, quando uscimmo, ci disse che dovevamo compilare i moduli che ci aveva dato la dipendente e che quei moduli erano per il permesso di soggiorno. Io, all’inizio, non ci credevo: “Ma come? Non siamo in Europa?”. Poi decisi di non compilarli ancora fino a che non avessi parlato con un commercialista.

All’inizio di quest’anno arrivò poi una lettera a Tom dall’ufficio stranieri perchè non aveva ancora compilato il modulo che allegavano. Vedo questo modulo e…sorpresa! E’ proprio lo stesso foglio che avevano dato a me da compilare. Tom chiede informazioni alla sua azienda e gli dicono di compilarlo tranquillamente (anzi….si sono meravigliati che non lo avesse ancora fatto. Se nessuno ce lo dice noi che ne sappiamo???).
In pratica questo modulo serve alla stato tedesco per capire i tuoi motivi di trasferimento in terra crucca.
Vuole informazioni come: il tuo contratto di lavoro, la tua assicurazione sanitaria, il contratto di affitto…insomma vuole sapere se deve sostenerti o ci riesci benissimo da solo. Giustamente, secondo me.
Però…siamo o no nel 2012? E’ strano che ci chiedano ancora il permesso di soggiorno…
Se posso stare qui perchè lavoro di che si preoccupano? Lo capirei se fossi una disoccupata che viene qui per vivere sulle loro spalle…
Sbaglio?

Annunci

»

  1. che io sappia però anche in Italia c’è ancora il “permesso di soggiorno” 🙂 e anche se siamo in Europa …ciascuno stato vuole sapere “perchè sei qui….e se hai un lavoro e un posto in cui vivere…e se hai bisogno di sussidi…
    tant’è vero che tutti quelli che fanno richiesta per i sussidi scolastici ricevono i libri per i loro bimbi gratuitamente…e non pagano il tiket…( che invece noi paghiamo)
    ….non pagano molti farmaci ( che noi paghiamo) e sono soggetti a esonero da molteplici tasse ( che noi paghiamo)…… 😦
    A volte penso che dichiarare di non appartenere al proprio stato converrebbe…. 🙂

    • Veramente i sussidi spettano a tutti i cittadini italiani che si trovano in difficoltà economiche. I farmaci gratis li hanno anche i malati cronici e gli invalidi, indipendentemente dal reddito. Se “noi paghiamo”, è perché NOI abbiamo i soldi per permettercelo. Posso anche assicurarti che gli immigrati con regolare permesso di soggiorno e un reddito sufficiente pagano le tasse (che noi evadiamo).

      • Diciamo che i sussidi DOVREBBERO andare alle persone in difficoltà.
        E sicuramente gli immigrati pagano anche le tasse che la stragrande maggioranza degli italiani NON paga.

  2. Come fanno a sapere che lavori, se non lo scrivi su qualche foglio? Non vorrei dire un’idiozia, ma credo che il “permesso di soggiorno” sia una sorta di “certificato di residenza”. E suppongo che serva a capire quante persone abitano in Germania, visto che, come succede spesso, potresti anche essere di passaggio e trovare un lavoro temporaneo, prima di cambiare paese. Potresti voler cambiare aria, aspettare un trasferimento altrove, essere una studentessa che fa l’erasmus, o una au pair per un anno appena. Credo che sia molto utile far sapere allo stato che ci sei anche tu e che vuoi proprio vivere lì. Permetterà anche a loro di adeguare i servizi al numero di abitanti effettivi. Anche perché, se ho capito bene, vogliono sapere se lavori, se hai un tetto sulla testa e se puoi curarti in caso di malattia, tutte cose per le quali lo stato dovrebbe provvedere, se ti mancassero. Però è solo la mia opinione, non ho idea di come vadano le cose lì…

  3. Strano che tu non l´hai fatto prima!
    A dire il vero!
    Il permesso di soggiorno (che io ogni tanto ci rido su) ….te lo danno con l´Anmeldung credo che l´hai fatto giusto? E poi te lo chiedono anche quando prendi un lavoro!

  4. Ciao Cri & Tom. Sono Antonio, il vostro professore d’inglese dell’agosto scorso, prima cha partiste per le terre crucche 🙂
    Leggo a volte i tuoi post, che trovo divertenti e simpatici. Mi piace l’idea che tu possa aiutare qualcuno che ha fatto la vostra stessa pensata di fare i Travellers.
    Un saluto ad entrambi. Spero che il mio breve ma intenso corso vi sia stato d’aiuto

    A>

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...