Archivi categoria: Donauworth e dintorni

Comprare casa in Germania

Standard

Finalmente eccomi qui!

Quindi…..novita’. Abbiamo comprato casa!!!
Ora vi spiego un po’ la complicata procedura che si nasconde dietro l’acquisto di una casa.
Diciamo che noi siamo partiti con l’idea di di acquistare o fittare una villetta singola. Abbiamo valutato i pro e i contro e siamo partiti con la ricerca.

Per prima cosa siamo andati sul sito immobilienscout24.de, abbiamo inserito i parametri che ci interessavano (fittare o comprare/prezzo/zona) e abbiamo iniziato a dare un’occhiata a quello che il mercato immobiliare offriva.

Eh si, non bisogna avere fretta per comprare casa!

Quasi ogni settimana c’era qualche casa nuova. Una cosa che ho notato è che qui bisogna essere svelti a prendere appuntamento. Le case vanno via come il pane.
Abbiamo preso qualche appuntamento (rigorosamente in tedesco) e abbiamo visto qualche casa.

Qui funziona un po’ come si vede nei film ammericani. Il tizio dell’agenzia aspetta i potenziali acquirenti nella casa per un paio d’ore. Se sei interessato, vai li e te la guardi. Lui è li per eventuali domande.

Noi, ovviamente, ogni volta che siamo andati a vedere una casa dicevamo “È lei!” “Guarda che bello il giardino.” ” Hai visto com’e’ spaziosa la cucina?” ….e così via.
Finche’ un giorno mentre visitavamo l’ennesima casa, l’agente immobiliare ci chiese se avessimo gia’ chiesto in banca per il mutuo.
Ci siamo guardati stupiti io e Tom. Non avevamo pensato di dover chiedere, prima di sapere l’importo.
Quindi siamo andati in banca a chiedere la cifra che potevano finanziarci e altre info varie. Poi, sempre tramite la banca che avevamo scelto, siamo andati a vedere una casa. L’agente ci disse che c’era gia’ un’offerta ma noi ne facemmo una superiore e….riuscimmo a prenderla.
Da li in poi è solo un prendere informazioni e pagare. Quale mutuo conviene, chi devi pagare, quanto e quando, e cose così.
L’agente immobiliare ci fissò l’appuntamento con il notaio mentre noi cercavamo un accordo con la banca. Dopo vari tira e molla, arriviamo dal notaio accompagnati da una traduttrice, firmiamo e ci dicono che dopo un mese circa (ovvero dopo la registrazione dell’atto da parte del notaio) la casa poteva considerarsi nostra.

In automatico ci arrivarono i contratti per le varie forniture: acqua, luce e gas. Comodo, no?
Ora vi dico per sommi capi le spese che dovreste affrontare per l’acquisto di una casa:
1,5% notaio
3,5% tasse per lo Stato tedesco
3,57% commissione agenzia

Ci sentiamo al prossimo post 🙂

Il ritorno della figliol prodiga

Standard

Vi sono mancata? Neanche un pochino? Oook…

Mi sono resa conto che e’ passato quasi un anno dal mio ultimo post e di cose da raccontarvi ce ne sono….

Diciamo che il prossimo post sara’ incentrato su………l’acquisto di una casa in Ccermania! Che e’ anche la maggior novita’ che ci e’ successa 🙂

Quindi vi mostrero’ in linee generali quali sono i documenti e tutto quello che riguarda questo grande passo.

Allora vi aspetto presto!!!

La sfiga non è mai troppa

Standard

Avete presente il mio piccolo incidente?

Bene! Della serie: “La sfiga non è mai troppa!” vi racconto cosa sta succedendo….

Allora….una settimana fa mi arriva una lettera della Sixt che mi chiede ancora (un altro avviso mi era arrivato ad ottobre) i soldi dell’auto presa a noleggio. Decido di andare al garage dove mi hanno aggiustato l’auto per chiedere informazioni come l’altra volta. Arrivo li, parlo con P., il ragazzo che lavora li ed è italiano, e mi dice (come al solito…) di non preoccuparmi. Gli chiedo se è possibile farmi una lettera da spedire alla Sixt dove dicono che l’auto non devo pagarla io ma la ragazza che mi ha tamponato.
Andiamo nell’ufficio per parlare con il capo, una persona gentilissima, ma mi dice che il capo ha avuto un ictus e che ora c’è una segretaria e la figlia. Parliamo con le due donne e alla fine vengo a sapere che….il conto del garage non è stato saldato (1.300€!!!!) e che a breve avrebbero inviato a me una lettera.

Ma come a me????

Praticamente non trovano i dati della tizia che mi ha tamponato, il capo non c’è (l’unico che sa dove si trovano ‘sti dati) e io sono fregata!
Comunque….P. si mette subito a disposizione dicendomi che parlerà con il capo in settimana per vedere di risolvere la questione e mi consiglia di pagare solo il noleggio dell’auto anche perchè lui è sicurissimo che il capo aveva già parlato con l’assicurazione altrimenti non mi avrebbe fatto aggiustare l’auto.

Passa qualche giorno e ritorno al garage. P. mi dice che alla fine hanno trovato i dati dell’assicurazione e il numero di telefono della ragazza, l’hanno chiamata e lei ha ammesso la colpa.

“Meno male!” ho detto io…

Entriamo nell’ufficio e la segretaria ci dice che ci sono brutte notizie.

Ancora???

Praticamente ha chiamato la madre della ragazza e ha detto che la colpa è la mia perchè la figlia stava ferma e io l’ho tamponata.

Ma…stiamo scherzando???? E poi dicono che noi napoletani facciamo i furbi!!

La segretaria molto gentilmente mi ha detto che ora sentivano l’assicurazione e mi facevano sapere. Anche perchè….siamo li….il capo non mi avrebbe fatto aggiustare la macchina se non sapeva chi pagava il conto!!!

Ora sono qui in attesa di una risposta e in procinto di andare a cercarmi un avvocato. Mi hanno consigliato di fare un’assicurazione legale: la “Rechtsschutzversicherung”.
Qualcuno di voi sa come funziona? Ti scelgono loro un avvocato o posso sceglierlo io? Magari che parli italiano o inglese….

 

 

.

 

Aggiornamento del 3 aprile:

allora….giovedi mi hanno chiamato quelli del garage e mi hanno detto che hanno parlato con l’assicurazione ed è tutto risolto (?!?davvero?!?) e che devo portare solo il pagamento dell’auto affittata. Vado venerdi all’assicurazione e il tizio mi dice che ha bisogno di una dichiarazione di come è avvenuto l’incidente, di chi è la colpa e per quanti giorni ho avuto l’auto a noleggio.

Ma non era tutto risolto?

Ok, portiamogli pure ‘sti documenti….

Poi stamattina, mentre cercavo il foglio della Sixt per il  noleggio dell’auto, ho notato che su uno dei documenti che mi aveva dato il proprietario del garage c’era scritto tutto: quando ho fatto l’incidente, che l’auto la doveva pagare la tizia,  i dati della tizia, ecc.

Ma allora….perchè cavolo venite tutti da me per farvi pagare???

Se sento ancora qualcuno che dice che i crucchi sono precisi lo ammazzo!!

Vi tengo aggiornati, ok?

Permesso…

Standard

Ho scoperto da poco che quando vieni a vivere in Germania hai bisogno del “permesso di soggiorno”.
Ebbene si cari lettori! Magari non lo chiamano cosi ma è quello che ti chiedono.

Cominciamo dall’inizio…

Un giorno andai all’ufficio stranieri con G. per chiedere informazioni circa il corso di integrazione ma la dipendente parlava solo tedesco (strano….) cosi io e G. chiedemmo aiuto a U., una ragazza tedesca che parla correttamente l’italiano. Lei venne con noi e, quando uscimmo, ci disse che dovevamo compilare i moduli che ci aveva dato la dipendente e che quei moduli erano per il permesso di soggiorno. Io, all’inizio, non ci credevo: “Ma come? Non siamo in Europa?”. Poi decisi di non compilarli ancora fino a che non avessi parlato con un commercialista.

All’inizio di quest’anno arrivò poi una lettera a Tom dall’ufficio stranieri perchè non aveva ancora compilato il modulo che allegavano. Vedo questo modulo e…sorpresa! E’ proprio lo stesso foglio che avevano dato a me da compilare. Tom chiede informazioni alla sua azienda e gli dicono di compilarlo tranquillamente (anzi….si sono meravigliati che non lo avesse ancora fatto. Se nessuno ce lo dice noi che ne sappiamo???).
In pratica questo modulo serve alla stato tedesco per capire i tuoi motivi di trasferimento in terra crucca.
Vuole informazioni come: il tuo contratto di lavoro, la tua assicurazione sanitaria, il contratto di affitto…insomma vuole sapere se deve sostenerti o ci riesci benissimo da solo. Giustamente, secondo me.
Però…siamo o no nel 2012? E’ strano che ci chiedano ancora il permesso di soggiorno…
Se posso stare qui perchè lavoro di che si preoccupano? Lo capirei se fossi una disoccupata che viene qui per vivere sulle loro spalle…
Sbaglio?

Carnevale a Donauwoerth

Standard

Certo che qui pur di bere ne fanno di feste…..
Vi lascio con una carrellata di foto.

Vi sono piaciute? Non sono riuscita a fotografare: la morte, i vari orsetti che c’erano, gli altri schettino che c’erano, una mamma e una figlia vestite da fragole e….tutte le bottigline che bevevano.

Buon carnevale a tutti.

Comunicazioni inusitate*:

Standard

– la mia nuova città di sera…

…e di mattina.

– il pane di Tom appena infornato…

…e sfornato.

Conseguente prima colazione di Tom.

– ho incontrato una strana creatura….

– abbiamo finito il puzzle di 1000 pezzi iniziato il 25 ottobre

– vi comunico che a pranzo abbiamo mangiato una squisita pasta al forno e un polpettone ripieno di speck e mozzarella con contorno di patate e funghi….una delizia….

LA FOTO NON SIAMO RIUSCITI A FARLA…..ERA TROPPO BUONO!

– stasera invece avevamo voglia di dolce e ci siamo fatti due (vabbè sei….) crepes con cioccolato e banane….

– e poi siamo andati all’Apple store ad Augsburg e abbiamo incontrato Mr. e Mrs. Pocauna che vi salutano calorosamente…

*