Archivi tag: auto

Comprare auto in Germania

Standard

Beh…dopo avervi spiegato come funziona comprare una casa in terra crucca, passiamo a qualcosa di altrettanto utile e interessante. Come comprare un auto qui in Ccermania.

Noi ci siamo affidati ad internet come al solito. Siamo andati sul sito autoscout24 e abbiamo iniziato la nostra ricerca.

Trovato quello che ci piaceva, abbiamo contattato il proprietario e abbiamo chiesto di poterla vedere. Andati li, abbiamo visto la macchina dentro e fuori, abbiamo fatto un test drive e poi gli abbiam detto che ci avremmo pensato.

La macchina ci piaceva, quindi abbiamo deciso di fare un’offerta di poco inferiore al prezzo indicato nell’annuncio. Abbiamo mandato la mail e dopo qualche giorno ci ha risposto il proprietario dicendoci che…..accettava la nostra offerta 🙂

Ora vi spiego come fare sia per acquistare un auto usata che per immatricolare la vostra auto italiana:

1. Trovate prima l’assicurazione che vi fa un buon prezzo. Le assicurazioni hanno le classi al contrario rispetto all’Italia. Qui in Ccermania si parte dalla 1ª classe per i nuovi assicurati e si arriva alla 25ª. Per l’auto usata (a.u.): fatevi dare una copia o fate una foto al libretto, portatele all’assicuratore e lui vi darà un foglio con un codice che vi servirà per attivare l’assicurazione. Per l’auto da immatricolare (a.i.): portate con voi il libretto italiano dell’auto e avrete un preventivo con i dati che riesce a leggere. Se potete, fatevi dare dalla vostra assicurazione italiana un foglio in tedesco e/o inglese con i dati del veicolo in cui ci sia scritto: data di inizio e data di fine assicurazione presso di loro; se avete mai avuto incidenti. Anche in questo caso, riceverete il foglio con il codice per attivare l’assicurazione.

Nel nostro caso abbiamo fatto un’assicurazione con targhe temporanee per poter spostare la macchina dalla città in cui si trovava fino a casa nostra. Dovrete andare dall’assicurazione e farvi fare un’assicurazione per 5 giorni. Con il foglio che vi daranno, andate al Landratsamt a farvi fare le targhe.

2. Ora….se l’a.u. ha bisogno della revisione, continuate a leggere. Altrimenti passate al punto 3.

Bisogna fare la revisione. Quindi si deve andare al Tüv. Loro controllano che tutto sia in ordine: luci, freni, fumi, ecc.  Se c’è qualche problema, vi diranno cosa c’è da riparare e, dopo essere stati dal meccanico, potrete ritornare al Tüv. Se invece è tutto ok, vi daranno un foglio e potrete andar via (sia che abbiate le targhe italiane, sia che le abbiate temporanee tedesche). Con l’a.i.: tornate a casa, mettete la macchina in garage, smontate le targhe e portatele con voi.

3. Andate al Landratsamt ufficio Zulassungstelle con: i documenti del Tüv, libretto di circolazione, certificato di proprietà (nel caso di a.i.), il foglio con il codice dell’assicurazione, le targhe vecchie (nel caso di a.i.), e, se non siete voi l’intestatario del veicolo, vi daranno una delega da riportare firmata dall’intestatario con una copia del documento di riconoscimento. Portati questi documenti vi chiederanno se volete la targa personalizzata (per altre info guardate qui). Scelte le targhe, vi daranno un foglio per andare a prendere le targhe e una tessera per pagare alla cassa automatica fuori la porta (di solito sono 20€ per le targhe e 10€ per la personalizzazione).

Nel caso delle targhe italiane: loro le prendono e vi rilasciano un foglio per la motorizzazione. Sappiate che loro fanno tutto d’ufficio. Con mooolta calma ma state tranquilli tanto avete questo foglio che dimostra che l’auto è stata vostra fino a quel giorno. Volendo potete andare alla motorizzazione ma dovrete far tradurre il foglio.

4. Andate al negozio che stampa le targhe, dategli il foglio che vi ha dato l’impiegata e pagate altri 15,50€ per le targhe.

5. Ritornate al Landratsamt, pagate alla cassa con la tessera che vi ha dato prima e tornate dall’impiegata direttamente e senza passare dal via. Vi starà aspettando. Fatto questo, vi darà il vostro nuovo libretto dell’auto e le targhe con il bollino della revisione.

6. Con il nuovo libretto andate all’assicurazione per firmare il contratto. State tranquilli perchè l’assicurazione parte da quando avete dato il foglio con il codice all’impiegata del Landratsamt.

7. Tornate acasa, mettete le vostre nuove taghe sull’auto e….andate. Liberi e felici come una farfalla! 😉

Annunci

Fidarsi è bene…..ma non dei tedeschi

Standard

Eccomi qui!
Scusate l’assenza ma il tedesco inizia a farsi più complicato e ho iniziato a studiare il pomeriggio.
Ma oggi sono tornata perchè devo raccontarvi cosa sta succedendo.
Vi ricordate il mio piccolo incidente d’auto?
Se non lo ricordate andate pure a rileggerlo…..io aspetto.
Letto? Bene. Ora dimenticate tutto! E aprite le orecchie: Non fidatevi dei tedeschi!
E poi dicono dei napoletani!
Allora…..andiamo con ordine.
Voi siete rimasti qui….
Una settimana fa mi è arrivata la famosa lettera della carrozzeria dove mi si chiedeva il pagamento del conto. Allora mi sono decisa e sono andata da un avvocato. Lui mi ha spiegato come funziona qui: primo ( e importantissimo direi…): chiamate sempre la polizia. Secondo: se avete ragione e vi devono pagare, dovete anche chiamare l’altra assicurazione e accertarvi che il danno venga risarcito.
Mi raccomando!

E ora vado……il cibo mi chiama.
Tschüssssssssssss……

La sfiga non è mai troppa

Standard

Avete presente il mio piccolo incidente?

Bene! Della serie: “La sfiga non è mai troppa!” vi racconto cosa sta succedendo….

Allora….una settimana fa mi arriva una lettera della Sixt che mi chiede ancora (un altro avviso mi era arrivato ad ottobre) i soldi dell’auto presa a noleggio. Decido di andare al garage dove mi hanno aggiustato l’auto per chiedere informazioni come l’altra volta. Arrivo li, parlo con P., il ragazzo che lavora li ed è italiano, e mi dice (come al solito…) di non preoccuparmi. Gli chiedo se è possibile farmi una lettera da spedire alla Sixt dove dicono che l’auto non devo pagarla io ma la ragazza che mi ha tamponato.
Andiamo nell’ufficio per parlare con il capo, una persona gentilissima, ma mi dice che il capo ha avuto un ictus e che ora c’è una segretaria e la figlia. Parliamo con le due donne e alla fine vengo a sapere che….il conto del garage non è stato saldato (1.300€!!!!) e che a breve avrebbero inviato a me una lettera.

Ma come a me????

Praticamente non trovano i dati della tizia che mi ha tamponato, il capo non c’è (l’unico che sa dove si trovano ‘sti dati) e io sono fregata!
Comunque….P. si mette subito a disposizione dicendomi che parlerà con il capo in settimana per vedere di risolvere la questione e mi consiglia di pagare solo il noleggio dell’auto anche perchè lui è sicurissimo che il capo aveva già parlato con l’assicurazione altrimenti non mi avrebbe fatto aggiustare l’auto.

Passa qualche giorno e ritorno al garage. P. mi dice che alla fine hanno trovato i dati dell’assicurazione e il numero di telefono della ragazza, l’hanno chiamata e lei ha ammesso la colpa.

“Meno male!” ho detto io…

Entriamo nell’ufficio e la segretaria ci dice che ci sono brutte notizie.

Ancora???

Praticamente ha chiamato la madre della ragazza e ha detto che la colpa è la mia perchè la figlia stava ferma e io l’ho tamponata.

Ma…stiamo scherzando???? E poi dicono che noi napoletani facciamo i furbi!!

La segretaria molto gentilmente mi ha detto che ora sentivano l’assicurazione e mi facevano sapere. Anche perchè….siamo li….il capo non mi avrebbe fatto aggiustare la macchina se non sapeva chi pagava il conto!!!

Ora sono qui in attesa di una risposta e in procinto di andare a cercarmi un avvocato. Mi hanno consigliato di fare un’assicurazione legale: la “Rechtsschutzversicherung”.
Qualcuno di voi sa come funziona? Ti scelgono loro un avvocato o posso sceglierlo io? Magari che parli italiano o inglese….

 

 

.

 

Aggiornamento del 3 aprile:

allora….giovedi mi hanno chiamato quelli del garage e mi hanno detto che hanno parlato con l’assicurazione ed è tutto risolto (?!?davvero?!?) e che devo portare solo il pagamento dell’auto affittata. Vado venerdi all’assicurazione e il tizio mi dice che ha bisogno di una dichiarazione di come è avvenuto l’incidente, di chi è la colpa e per quanti giorni ho avuto l’auto a noleggio.

Ma non era tutto risolto?

Ok, portiamogli pure ‘sti documenti….

Poi stamattina, mentre cercavo il foglio della Sixt per il  noleggio dell’auto, ho notato che su uno dei documenti che mi aveva dato il proprietario del garage c’era scritto tutto: quando ho fatto l’incidente, che l’auto la doveva pagare la tizia,  i dati della tizia, ecc.

Ma allora….perchè cavolo venite tutti da me per farvi pagare???

Se sento ancora qualcuno che dice che i crucchi sono precisi lo ammazzo!!

Vi tengo aggiornati, ok?

We have a car!

Standard

We have a car! We have a new car!! New….vabbè non proprio new…..

Ebbene si. Abbiamo comprato l’auto. La nostra fedele Clio è troppo vecchia per affrontare ancora altri viaggi. Ne abbiamo fatta di strada insieme: Bergamo, Torino e anche la Germania. Non ci ha mai delusi però aveva bisogno di una bella messa a nuovo, cosi abbiamo deciso di comprarci un’altra auto.

Tutto è iniziato un giorno con Tom che si è messo alla ricerca del suo sogno: la New Beetle cabrio. Mi disse che l’avrebbe sicuramente trovato qui in terra crucca. Vai su un sito, vai su un altro, ecco che arriva su autoscout24.de.
Finalmente qui ci sono.
Però…guardandola meglio ci accorgiamo che forse il bagagliaio è piccolo (abbiamo intenzione di portarci un pò di cose quando saliremo dopo le festività natalizie). Forse è meglio rivedere l’idea.

Gira e rigira all’improvviso…la vede. “E’ lei” pensa Tom. Mi chiama, mi chiede se mi piace (eccome!) e decidiamo di andarla a vedere. Tom inizia a chiedere informazioni più dettagliate via mail e io mi attivo subito per cercare un’assicurazione a buon prezzo.
Quasi tre settimane fa, andiamo finalmente a vederla.
Il concessionario dista circa 160 km cioè a un’ora e mezza di macchina. Imbocchiamo l’autostrada (che vi ricordo qui è gratuita) e ci fermiamo al primo autogrill che troviamo; facciamo colazione con te, caffè americano e ciambelle.

Arrivati dal concessionario ci accoglie un tizio che assomiglia al Dottor Male che ci mostra l’auto. Quando la vediamo decidiamo che è nostra!
Ci siamo portati dietro i documenti che ci servono per fare il finanziamento: lui ci aveva chiesto le solite tre buste paga ma noi ne avevamo solo una, il contratto di lavoro, il contratto d’affitto (non si sa mai…) e il passaporto (importantissimo perchè da li rilevano i tratti somatici che non possono essere contraffatti…..perlomeno cosi mi hanno detto!).
Lui inizia a trafficare con il pc e chiama la banca finanziatrice per chiedere le rassicurazioni del caso. Dopo un’ora di chiarimenti e spiegazioni varie, disse: “You are a good guy!”
Ci mettiamo daccordo per vederci appena avremo fatto le targhe e l’assicurazione e andiamo via.

Dopo vari preventivi fatti on-line (grazie Google translate!!) andiamo alla Sparkasse per chiederne un’altro ma alla fine ci ritroviamo a firmarlo. Era molto conveniente e poi avevamo un punto di riferimento per eventuali spiegazioni! Ci da il contratto e noi chiediamo dov’era il tagliando che va sul parabrezza. Il crucco ci guarda manco fossimo due alieni venuti da “Acrux“, un lontano pianeta sulla costellazione della “Croce del Sud” e ci dice che in Crucchia non si espone. Lo mostri ai poliziotti se te lo chiedono.
Pensate…per un 2.2 turbo diesel ci ha chiesti….340€, divise in 12 comode rate mensili.
In Campania forse 2000€ non sarebbero bastati.

Adesso non ci resta che decidere il nome sulla targa. Sappiate che qui in Germania potete in qualche modo scegliere la vostra targa tramite il sito del Zulassungen del vostro distretto.
Le prime lettere sono fisse perchè corrispondo al distretto in cui abitate. Poi potete inserire voi altre due lettere e tre o quattro numeri.
Noi eravamo obbligati dal DON iniziale. Dunque…cerchiamo qualche parola che inizi con don e che abbia solo altre due lettere: DON NE …? Ti prendono per lenone; DON NA …? Ti prendono per gay; DON DOL 0..? No. Non ci và; DON DL 0..? Nooo. DON KE 1..? Ci prendono per asini. DON TC …(Tom e Cri)? Ok. prenotiamola.

Però…forse possiamo cambiarla la targa. Vabbè, ci penseremo.

Per intestarti l’auto qui funziona cosi: fai l’assicurazione e loro ti danno un codice di prenotazione che devi portare quando vai a registrare l’auto, se vuoi ti scegli le targhe e poi vai al Zulassungen (la nostra motorizzazione).
Noi siamo andati venerdi, prendiamo il numeretto e ci accomodiamo sulle poltroncine. Vicino a noi c’è anche un angolo dedicato ai bambini dove ci sono giochi, pennarelli e altro per non far annoiare i vostri pargoli. Quando tocca a noi andiamo li con l’assicurazione, i documenti originali dell’auto e il foglio di prenotazione della targa.
La crucca ci da un foglio e ci dice di andare a farci fottr fare le targhe, di pagare e ritornare li.
Praticamente di fronte al Zulassungen c’è un negozietto che fa le targhe. Noi andiamo e chiediamo le nostre targhe. Mentre aspettiamo i due minuti che servono per stamparle, vediamo dietro una porticina semichiusa una vecchina che avrà avuto si e no 2-300 anni. Era magrolina, piccolina e con gli occhiali spessi un dito ma soprattutto immobile… sembrava imbalsamata. Tant’è che Tom mi ha chiesto di andare a vedere se era ancora viva.
Ritorna il tizio con le targhe, paghiamo e ritorniamo all’ufficio. Sappiate che per le targhe ho speso 23€. Ma solo perchè sono personalizzate. Altrimenti avrei speso 8€!

Ritorniamo dalla crucca dove lei ci applica due bollini sulle targhe: il bollino della revisione e quello del Land a cui apparteniamo…Bayern.

Ora abbiamo tutti i documenti.
Cosi ieri mattina decidiamo di andare a prendere la nostra nuova auto.
E adesso ciancio alle bande…ve la presentiamo!

Ecco a voi….la Donut-Mobile.
.

.

.

.

.
Ovviamente era uno scherzo!
Eccola…

Per chi non lo sapesse questi sono i donut.
.

.

.

.

.[AGGIORNAMENTO X 1] Dimenticavo di dirvi che per intestarci l’auto abbiamo pagato SOLO 54,20€. Credo che da noi tra passaggio di prprietà ed altro costava altri 1000€!

Contiamoci…

Standard

1623 visite???

 

Ma chi siete?

Cosa portate?

Dove siete?

 

E sopratutto, perchè non lasciate un commento, un segno della vostra venuta?

A me basta un punto, una virgola, un sorriso, un “anonimus”, anche un insulto se vi fa piacere…..

 

Un bacio…

 

Cri

 

Efficienza!

Standard

Donauworth, 06/09/2011

Ok…allora, vi spiego il titolo.
Venerdi Tommy ha assistito ad un incidente tra due auto. Ha detto che all’improvviso ha sentito un grande botto e dopo poco delle sirene. Per non andare sulle lunghe, sono arrivati: polizia, vigili urbani, due camionette dei pompieri con 10 pompieri a corredo, ambulanza e guardia medica…nessun morto, nessun ferito…è solo la prassi qui.
Nelle seguenti foto scattate da Tommy, potete ammirare il GRAVE incidente avvenuto lungo le strade del paesello….

Ieri…manco a farlo apposta, ho fatto retromarcia per uscire dal parcheggio dell’hotel, metto la prima e BUM! ‘Na botticina…
Praticamente mi è venuta addosso, mentre faceva retromarcia, una macchina. “Minchia, che sfiga!” ho pensato…
” e ora chi ci capisce niente….”.
Ho accostato, sono scesa, sono scesi anche i ragazzi dell’altra auto e lui ha iniziato a parlare in tedesco. “Oh cazzo! E mo che faccio? E ora che gli dico?” ho sempre pensato. Poi gli ho detto di aspettare perchè io non parlo tedesco (kein deutsche) e sono andata a chiamare la receptionist. Siamo uscite fuori e ho visto che la ragazza che portava l’auto si era seduta in macchina e aveva iniziato a piangere…Allora io, vicino al ragazzo: “She’s ok?” e lui a gesti mi ha detto che è normale…mah….
La receptionist mi ha chiesto se volevo chiamare la polizia (e li, mi è partito un film in testa con la polizia, l’ambulanza, i vigili del fuoco e tutta la combriccola di gente che mi diceva Tommy, tutti li a parlare tedesco, a chiedermi informazioni…poi sono tornata alla realtà) e le ho detto di no. Sempre lei ha preso i documenti dei ragazzi (assicurazione e patente), ha fatto delle fotocopie, ha preso il numero di telefono del ragazzo (lei era sempre in macchina disperata manco avesse ucciso qualcuno…) e poi mi ha detto che il garage (il carrozziere) era più avanti. Io ero un pò stupita…poi il ragazzo mi guarda e mi dice: “It’s ok. I pay for your car” (questo l’ho capito bene…) ed io: “ok. thank you”.
Intanto io avevo chiamato Tommy e , una volta arrivato, la receptionist ci ha chiamato la cameriera che parla italiano per spiegarci cosa fare. Praticamente noi andiamo dal carrozziere, lui l’aggiusta e tutto è risolto.
Morale della storia: adesso la mia auto è dal carrozziere, io ho una macchina nuova (ford fiesta ultimo modello, 11.000km, radio, aria condizionata, cerchi in lega e non so che altro…) noleggiata da non so chi (ma non da me…) e tutto si è risolto in un giorno. Da non credere…
Efficienza!

Cri

p.s. la mia macchina si è solo un pò graffiata vicino al faro e il paraurti è un pochino uscito fuori…praticamente non si è fatta niente…