Archivi tag: casa

Comprare casa in Germania

Standard

Finalmente eccomi qui!

Quindi…..novita’. Abbiamo comprato casa!!!
Ora vi spiego un po’ la complicata procedura che si nasconde dietro l’acquisto di una casa.
Diciamo che noi siamo partiti con l’idea di di acquistare o fittare una villetta singola. Abbiamo valutato i pro e i contro e siamo partiti con la ricerca.

Per prima cosa siamo andati sul sito immobilienscout24.de, abbiamo inserito i parametri che ci interessavano (fittare o comprare/prezzo/zona) e abbiamo iniziato a dare un’occhiata a quello che il mercato immobiliare offriva.

Eh si, non bisogna avere fretta per comprare casa!

Quasi ogni settimana c’era qualche casa nuova. Una cosa che ho notato è che qui bisogna essere svelti a prendere appuntamento. Le case vanno via come il pane.
Abbiamo preso qualche appuntamento (rigorosamente in tedesco) e abbiamo visto qualche casa.

Qui funziona un po’ come si vede nei film ammericani. Il tizio dell’agenzia aspetta i potenziali acquirenti nella casa per un paio d’ore. Se sei interessato, vai li e te la guardi. Lui è li per eventuali domande.

Noi, ovviamente, ogni volta che siamo andati a vedere una casa dicevamo “È lei!” “Guarda che bello il giardino.” ” Hai visto com’e’ spaziosa la cucina?” ….e così via.
Finche’ un giorno mentre visitavamo l’ennesima casa, l’agente immobiliare ci chiese se avessimo gia’ chiesto in banca per il mutuo.
Ci siamo guardati stupiti io e Tom. Non avevamo pensato di dover chiedere, prima di sapere l’importo.
Quindi siamo andati in banca a chiedere la cifra che potevano finanziarci e altre info varie. Poi, sempre tramite la banca che avevamo scelto, siamo andati a vedere una casa. L’agente ci disse che c’era gia’ un’offerta ma noi ne facemmo una superiore e….riuscimmo a prenderla.
Da li in poi è solo un prendere informazioni e pagare. Quale mutuo conviene, chi devi pagare, quanto e quando, e cose così.
L’agente immobiliare ci fissò l’appuntamento con il notaio mentre noi cercavamo un accordo con la banca. Dopo vari tira e molla, arriviamo dal notaio accompagnati da una traduttrice, firmiamo e ci dicono che dopo un mese circa (ovvero dopo la registrazione dell’atto da parte del notaio) la casa poteva considerarsi nostra.

In automatico ci arrivarono i contratti per le varie forniture: acqua, luce e gas. Comodo, no?
Ora vi dico per sommi capi le spese che dovreste affrontare per l’acquisto di una casa:
1,5% notaio
3,5% tasse per lo Stato tedesco
3,57% commissione agenzia

Ci sentiamo al prossimo post 🙂

Ci siamo quasi

Standard

Siamo quasi pronti. Devo finire di preparare la valigia e il beaty-case ma il resto è pronto.
Beh…quasi.
I regali li ho preparati, ho svuotato la dispensa, ho preparato anche qualcosa da mangiare per domani…penso di aver fatto tutto.
Domani sera saremo di nuovo in Italia ed io non vedo l’ora di abbracciare i miei nipotini, passare le feste in famiglia e rivedere tutti gli amici.
La vigilia saremo a casa mia, con l’immancabile cena a base di pesce, mentre a natale andiamo da Tom con mia suocera che cucinerà di tutto e di più.
Il resto dei giorni mangeremo separati: io con i miei e lui con i suoi. Il pomeriggio e la sera, invece, ci vedremo con gli amici e gli racconteremo da vicino tutte le nostre avventure in terra crucca.

E voi come trascorrerete le feste? Con chi mangerete? E sopratutto…cosa mangerete?

Contiamoci…

Standard

1623 visite???

 

Ma chi siete?

Cosa portate?

Dove siete?

 

E sopratutto, perchè non lasciate un commento, un segno della vostra venuta?

A me basta un punto, una virgola, un sorriso, un “anonimus”, anche un insulto se vi fa piacere…..

 

Un bacio…

 

Cri

 

il castello di “Hogwarts”

Standard

Prima di iniziare a leggere il post immaginate di trovarvi in un castello medioevale e di ascoltare una musichetta di sottofondo, di quelle misteriose in stile Harry Potter….state ascoltando? Allora siete pronti…
Vi avevamo promesso le foto della nostra casetta. Eccole…

Questa è la foto di casa nostra presa da lontano…

…”la sala grande”…

il luogo dove si compiono le magie

…e “la camera dei segreti”…

…”la stanza delle necessità”, una stanza che utilizziamo solo nei momenti di vero bisogno: per cacciare via il nemico, per nasconderci qualcosa o per allenarci ad usare le magie…

…”Notturn Alley”, dove si possono trovare potenti oggetti di magia oscura…

…”il campo di Quiddich”, dove giochiamo al nostro gioco preferito volando sulle scope per catturare il boccino d’oro…

…la stanza anche detta “il Paiolo magico”, che è un locale magico gestito da un certo Tom. Nel retro c’è un muro che permette di raggiungere….

…”la Foresta proibita”, dove potete anche ammirare la capanna di Hagrid.

Per ora è tutto qui, restate sintonizzati su questi schermi perchè presto arriveranno nuovi mobili, sopramobili e tanti accessori!

narratore: Tom
santa inquisitrice: Cristina

Kuchen made in Germany

Standard

Scusatemi…siamo stati impegnati a pulire e arredare casa e ho trascurato il blog.
Ebbene si! Abbiamo preso la casa con il giardino (appena posso vi posto le foto. Per internet mi sto arrangiando con il cellulare). Chi ci conosce sa che ci piace il verde e quindi…scelta obbligata.
Il primo giorno ci siamo messi a fare le pulizie in grande: aceto su tutti i pavimenti per togliere la puzza del cane, detersivo per laminati, cillintbang e ora é come nuova. In questa settimana abbiamo comprato il tavolo con le sedie, le tende e altre cazzate varie.
Oggi, però, ho deciso di farmi una torta per il mattino. Siccome qui non trovo merendine e biscotti come da noi, ho pensato bene di farmela da sola. Ho comprato tutti gli ingredienti (spero di aver preso il lievito giusto perché ce n’erano tanti e io ne ho preso uno a caso) e mi sono messa all’opera! Prendo lo zucchero, ma siccome ho quello in zollette bianco ho preso quello. L’ho messo nella ciotola e poi ho messo l’olio.
Non so per quale strana ”alchimia chimica” pensavo che lo zucchero si sgliogliesse con l’olio. Dopo un pò che lo guardavo ed era sempre li bello quadrato, ho avuto una “brillante idea”. Ho messo tutte e due gli ingredienti in un pentolino e poi sul fuoco. Ho pensato: cosi col calore si scioglie lo zucchero. Mentre giravo mi è venuto in mente che “forse e dico forse” l’olio potesse iniziare a friggere. Vabbé…ormai.
Rimetto tutto nella ciotola. Aggiungo le uova, la farina, il latte e penso al lievito. Inizio ad accendere il forno. Sistemo la carta da forno nella teglia e metto metà impasto dentro. Prendo il cacao e vedo… il lievito.
NOoOo! Cazzo!
Prendo la carta da forno e la “spremo” di nuovo nella ciotola. Metto il lievito, rimetto l’impasto bianco nel ruoto, metto il cacao nel resto e giro. Quando devo metterlo nel ruoto mi accorgo che praticamente ho in mano 3/4 d’impasto. Ok. Fa niente. Vorrà dire che sarà una torta più “cacaosa”. Verso, inforno e aspetto.
Il risultato ve lo faccio vedere appena ho il pc..
Sappiate comunque che é buonissima.

P.s. A Tom non detto come ho fatto la torta, sennò mi diceva che sono imbranata e che dimentico tutto. 🙂

Spese pazze

Standard

Oggi….spese pazze…..Yuppi…..

Ieri abbiamo firmato il contratto per la casa….Evvai….
Da domani possiamo andare a casa nostra!
Allora, ci serve…tutto! Non so da dove iniziare!

Prima tappa: Ikea!
Ok, vediamo se va bene:
pentole
piatti
mestoli
padella
bicchieri
teglie forno
cuscini
tavolino
scolapasta
accessori bagno (in realtà mi servono per il trucco cosi ho preso quelli da 1€)

Seconda tappa: Kaufland!
Ho preso:
detersivi vari
scopa
paletta
secchio
straccio
spugnette varie
pelapatate
cibo….vero cibo….niente più insalate….

Non ci speravo più!

Ah già…voi volete sapere quale casa abbiamo scelto….a domaniiii……

P.s. per chi lo sapesse è GENTILMENTE pregato di farsi i CASSI suoi….
Grazie per la collaborazione.

Home sweet Home!

Standard

Casa dolce casa…quanto mi manchi….NO, NO…non pensiate che mi manchi l’Italia…mi manca solo una casa tutta mia dove vivere..
Sono passati appena 18 giorni dal nostro arrivo qui e non vedo l’ora di avere una casa.
Davvero, è stressante vivere in albergo…non ho niente da fare tutto il giorno. Di mattina sto iniziando il mio corso da autodidatta di tedesco (ho trovato un sito utilissimo che mi sta aiutando molto… ), anche perchè se ne voglio frequentare qualcuno devo aspettare il mese di novembre. Poi vado a fare un pò di spesa…spesa poi…vado a comprare sempre la famosa insalata che mangiamo a pranzo e a cena. Appena ho una cucina mia non voglio vedere mai più l’insalata…la sto odiando…
Il resto del pomeriggio lo passo sempre sul pc, riposandomi o facendo una passeggiata…
Voglio una casa mia completa di cucina cosi posso quantomeno divertirmi nel preparare ricette nuove bavaresi.

Il problema è che per cercare casa ci hanno messi nelle mani di una segretaria dell’azienda di Tom che lavora 8 ore alla settimana (cioè il lunedi e il martedi mattina…). Vi lascio immaginare…
Io recupero, grazie a Google translate, i numeri di telefono di alcune case viste su internet; li mando a Tom, lui li manda ad un altro collega che poi li gira alla segretaria. La ragazza chiama, prende appuntamento (questo è successo solo per una casa…per il resto dei 25 annunci che le ho dato ha detto che sono stati già tutti fittati…), manda una mail al collega di Tom, lui la gira al Tom stesso che la manda al virus… Il virus la vede, se gli va bene l’appuntamento è tutto ok, altrimente il giro si ripete…
Secondo voi quanto tempo ci mettiamo a trovare casa di questo passo??? Anche perchè sono rimaste poche case disponibili nei dintorni e c’è molta richiesta.

Finora abbiamo visto due appartamenti: uno è quello che vi dicevo sopra, si trova al centro, spazioso, tutto arredato (completo di lavastoviglie, cucina attrezzata, lavatrice, letto a baldracchino, stanza lavanderia, riscaldamento autonomo…praticamente completo), rimesso a nuovo, solo che è un pò caro.
L’altro lo abbiamo trovato grazie ad un italiano che vive qui. Il figlio deve trasferirsi in un’altra città e cosi siamo andati a vedere questa casa (anche perchè costa qualcosa in meno dell’altra e in più non dobbiamo fare nessun contratto). Diciamo che è bella grande, ha un giardino enorme anche se condiviso con altri inquilini del palazzo (ma il ragazzo ci ha detto che ci vanno solo per coltivarci qualcosa…), possiamo scegliere se tenerci o meno il suo arredamento, ed è comunque vicino al centro. L’unico neo….la puzza di cane!
Si, perchè il ragazzo sopracitato ha un cane che vive con lui…un cucciolo di pitbull (cucciolo poi…) che per farsi i denti si è mangiato il materasso. Il problema è che adesso si sente l’odore del cane appena entri in casa. Sono sicura che con una bella lavata di mobili e parquet, e una bella verniciata alle pareti la puzza va via ma…non ne sono certa…
Stiamo valutando i pro e i contro di tutte e due le case: il secondo ci permette di risparmiare circa 2000€ l’anno e possiamo scegliere noi parte dell’arredamento.

Voi che fareste??? Si accettano suggerimenti.